Vince la comunicazione sobria e competente di Chiara Giorleo, wine critic italiana che da oltre 12 anni si distingue nel mondo del vino internazionale.

A sottolinearlo è l’edizione 2022 del premio Ezio Marchi, promosso dagli amici della chianina e dal Consorzio IGP Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale, che quest’anno è stato assegnato alla wine guide Giorleo per essersi distinta nel campo della comunicazione enologica e gastronomica.

“Per la grande professionalità e capacità nel raccontare i valori delle eccellenze enogastronomiche” è la motivazione che ha accompagnato la cerimonia di premiazione dello scorso 28 maggio, che, dato non trascurabile, per la prima volta ha visto protagonista una donna.

Il premio, foto credit web: www.donnedelvino.it

Chi è Chiara Giorleo

Ha lavorato nell’ambito delle Pubbliche Relazioni, eventi&ospitalità e ufficio stampa per aziende vinicole in Italia, dove ha lavorato presso la Mastroberardino SpA, Canada dove ha lavorato presso la Camera di Commercio di Toronto, Regno Unito dove è stata membro dello staff dei DWWA – Decanter World Wine Awards a Londra.

Oggi lavora da freelance come critica con collaborazioni e pubblicazioni in Italia, USA e Russiaè giurata in concorsi nazionali ed internazionali come l’IWC (International Wine Challenge) di Londra. Dal 2019 è Chair dell’Academy Italia del concorso londinese sull’enoturismo WBV – World’s Best Vineyards.

Si occupa di formazione e traduzioni (italiano-inglese, inglese-italiano) nel settore enoico ed è  wine leader nell’ambito di tour enogastronomici.

FORMAZIONE e AFFILIAZIONI:

Dopo la laurea in Economia, Chiara ha studiato Wine Marketing&Sales presso il College di Napa in California. Sommelier, Degustatore Ufficiale e Docente AIS (Associazione Italiana Sommelier); membro dell’AIS stessa e dell’Associazione Donne del Vino. Possiede il WSET Level 4 DIPLOMA in Wines and Spirits.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.