Per la prima volta la maison Roederer ha scelto la Sicilia per la degustazione – evento che ha celebrato la leggendaria etichetta di Champagne.

La Casa vinicola di Reims si è raccontata da Zash, ristorante 1 Stella Michelin di Riposto (CT) immerso nell’agrumeto tra il vulcano e lo ionio.

L’occasione è stata un incontro di talenti, sottolineata dal genio dello Chef Giuseppe Raciti con uno speciale menù per i ricercatissimi millesimi.

«Roederer è un’identità molto forte e fedele a se stessa, che però sa evolvere e cambiare – ha raccontato durante il suo intervento Carlo Alberto Sagna, importatore e distributore della maison da 32 anni – l’etichetta “Collection 242” è una novità, un multimillesimato che ha una base da 50% vendemmia 2017 e restante quota di vini di riserva e riserva perpetua da 5 annate diverse. Una piccola rivoluzione resa necessaria dal periodo che stiamo vivendo: i cambiamenti climatici, l’importanza di una viticoltura sostenibile, il rispetto del terroir. È una progressione in pieno stile Roederer, 242 è il numero di successione delle vendemmie ad oggi».

Roederer è anche Cristal, la leggendaria etichetta degli Zar

Il clou della serata è stato il momento dedicato a Cristal, l’etichetta creata dalla maison nel 1876 per lo Zar di Russia Alessandro II.

La prestigiosa referenza è stata degustata in ben 20 “esemplari” di cui 8 Rosé, un’autentica eccezione.

I piatti di Giuseppe Raciti si sono distinti per inventiva, sapori e quel tocco di umami che attraversa molte delle preparazioni del cuoco etneo come la “Ventresca di tonno al barbecue, Salsa Teriaki e Cipollotto e Arancia”, una creazione che ha accompagnato l’introvabile Cristal Rosé 2013 .

Altri due straordinari calici hanno completato il percorso di gusto: il Blanc de Blanc 2014 che ha suggellato l’ouverture dell’esperienza gastronomica e il Cristal 2014, altra rarità che ha preceduto il Rosé.

«Il pubblico siciliano è sempre più attento, in cerca di esperienze che tendono all’unicità

carla maugeri, direzione zash

Conclude Carla Maugeri, professionista alla guida del country boutique hotel etneo con ristorante: «accogliere Roederer per la prima volta in Sicilia è un altro punto di partenza che ci fa guardare all’isola e al vulcano come areali vitivinicoli vocati pronti al dialogo con altri luoghi d’eccellenza. La stagione degli eventi di Zash è in pieno o svolgimento e il filo conduttore è il vino: il prossimo appuntamento sarà il 28 Luglio con un’edizione ampliata di “Tutti i Brut” l’appuntamento con le bollicine del vulcano».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.